Homepage - Scrivi a Don Cassano - Scrivi alla Parrocchia di San Valerio

Avvisi della Parrocchia S. Valerio Occimiano

16 Aprile 2019

PARROCCHIA S. VALERIO
OCCIMIANO
********
DOMENICA 14 aprile 2019

* Settimana Santa - Pasqua:
• Lunedì S. 15 aprile: S. Messa ore 18,00
• Martedì S. 16 aprile: S. Messa ore 8,30
• Mercoledì S. 17 aprile: S. Messa ore 18,00
- in Cattedrale (ore 21,00) S. Messa crismale
• Giovedì S. 18 aprile: ore 18,30 (S. Messa in Coena Domini)
- bambini e genitori per la lavanda dei piedi
- Adorazione notturna fino al mattino seguente
• Venerdì S. 19 aprile: ore 15,00 Liturgia della Passione
- Segue: adorazione della croce
– ore 20,45: Via Crucis: v.Roma – v.Circonvallazione – p.Morelli-
via Circonvallazione – Parco Rodari - via Carbonara – via Montebello – p.Alpini – v.Garibaldi – p.Lanza – Chiesa parrocchiale
- Giornata Terra santa (astinenza e digiuno)
• Sabato 20 aprile: Veglia pasquale: ore 18,30
• Pasqua 21 aprile: S. Messa ore 9,00 (casa riposo); 11,00
• Lunedì dell’Angelo 12 aprile: S. Messa ore 10,00 (e Battesimo Federico Sauchelli)

* Vespri
• Lunedì 15 aprile (ore 17,45) - segue: S. Messa

* Domenica 14 aprile:
• Le Palme: Ritrovo nella Chiesa della Madonna (ore 10,45)- Benedizione degli ulivi – Processione alla Chiesa Parrocchiale – S.Messa
• Via crucis per l’UP (Mirabello M., ore 15,30)

* Confessioni pasquali:
• Mercoledì Santo: ore 16,30 -18,00
• Sabato Santo: ore 14,30 – 18,00

* Monastero invisibile:
• 1 maggio a Bra (partenza: ore 8,30)
• prenotarsi al più presto

TELECOMANDO a cura di Gian Paolo Cassano

16 Aprile 2019

“QUESTA E’ VITA”: è il nuovo show in prima serata che Tv 2000 manda in onda in prima serata (mercoledì, ore 21,05). Condotto da Michele La Ginestra e Arianna Ciampoli, lo spettacolo, in un periodo in cui vince il racconto degli individualismi, accende i riflettori su coloro che si donano agli altri. Sono uomini e donne comuni, ma capaci di scelte e gesti eroici; persone che cambiando la propria vita hanno cambiato quella degli altri migliorando il mondo, piccolo o grande che sia, che li circonda.
Segnaliamo poi, sempre su Tv 2000, LE PIETRE PARLANO (sabato 27 aprile e 4 maggio, ore 21,15), un documentario in due puntate che racconta l’arrivo del Cristianesimo a Roma, dalle testimonianze dei primi ebrei che avevano accolto l’annuncio della resurrezione di Cristo fino al martirio degli apostoli Paolo e Pietro. I conduttori Alessandro Sortino e Claudia Benassi, nel traffico e nella confusione di una grande città moderna, seguono le tracce lasciate dai protagonisti romani del Vangelo, tra basiliche, catacombe, strade e scavi. Entrano in luoghi inaccessibili al pubblico e, con l’aiuto di esperti archeologi, biblisti e teologi, mostrano le testimonianze di quegli anni cruciali, tra il 30 e il 70 d.C., che hanno segnato la storia del Cristianesimo.
Il Venerdì santo 19 aprile segnaliamo su Rai Uno lo speciale A SUA IMMAGINE (ore 14), Porta a porta speciale (alle 20,30) e la Via Crucis dal Colosseo con il Papa (ore 21). Venerdì 19 anche la puntata di Passato e Presente è dedicata agli “Ultimi giorni di Gesù” (con il Prof. A. Barbero) alle 13.15 su Rai 3 e alle 20.30 su Rai Storia. Oltre ai Vangeli, quali altri testi accennano all’evento destinato ad imprimere una svolta decisiva nella storia dell’umanità? La predicazione, la passione, la morte e la resurrezione del Nazareno affiorano in modo più o meno diretto nelle citazioni di alcuni storici dell’antichità: da Tacito a Svetonio fino a Flavio Giuseppe autore del controverso passaggio noto come Testimonium flavianum

NESSUNO NE PARLA (O QUASI) news quasi sconosciute a cura di Gian Paolo Cassano

16 Aprile 2019

Si chiama “DinDonDAan”; è la nuova app gratuita per le Messe in Italia. L’idea era nata durante i lavori del Sinodo dedicato ai giovani dello scorso ottobre, dare concretezza all’indicazione di Papa Francesco ovvero “abitare l’ambiente digitale”: ora è realtà. A realizzarla quattro ragazzi milanesi: Alessandro e Angelo (studenti di Ingegneria), Federico (che frequenta Giurisprudenza), e Giacomo (studente di scuola di Design) “DinDonDan” mostra la localizzazione delle chiese più vicine e permette di trovare gli orari di apertura delle chiese, quello delle Messe feriali e festive e gli orari delle confessioni. Il team di DinDonDan ha recentemente realizzato anche la versione web, disponibile al sito www.dindondan.app, così da coprire tutte le esigenze degli utenti, che potranno accedervi anche dal pc di casa.
“Dopo pochi mesi di debutto – spiegano a Vatican news - siamo a decine di migliaia di download, a significare la necessità sentita per un servizio di questo genere”. La app è partecipativa e può essere costantemente aggiornata. Ogni utente può segnalare modifiche e suggerire l’inserimento di nuove chiese; si trova infine una sezione con testi di Papa Francesco sul significato della Messa. L’utente ha così a portata di smartphone non solo il dove e il quando, ma anche il perché. DinDonDan localizza l’utente, gli mostra le chiese più vicine, permettendogli di selezionare quelle ancora aperte. Preziosa è la funzione “filtro”, grazie a cui è possibile selezionare giorni e orari e avere una mappa personalizzata in base alle esigenze. E’ disponibile gratuitamente su App Store, Play Store e in versione web sul sito www.dindondan.app.

16 Aprile 2019

APOSTOLATO della PREGHIERA – CASALE M.
C.D.V. – CASALE MONFERRATO

Pellegrinaggio al Santuario della Madonna dei Fiori a
BRA
MERCOLEDI’ 1 maggio 2019

in occasione del XX Convegno regionale annuale degli
amici del “Monastero invisibile per le vocazioni” e del Convegno regionale rmpp –apostolato della preghiera

- PROGRAMMA
-
- - ore 8,00: partenza da Ticineto
- ore 8,15: partenza da Casale M.
(c.so Valentino, Parrocchia S. Cuore)
- ore 8,30: partenza da Occimiano
(p. Carlo Alberto)
- ore 10,00: Accoglienza
- ore 10,30: Presentazione del Santuario
- ore 11,00: S. Messa presieduta da Mons.
Cristiano Bodo (vescovo di Saluzzo,
delegato CEP per le vocazioni)
- ore 12,30: pranzo libero (per chi lo
desidera al Ristorante – a € 20)
- ore 15,30: Adorazione per le vocazioni
(Santuario, guidata da Rete Mondiale
Preghiera Papa – Apostolato Preghiera)
- ore 16,30: Conclusione
- visita turistica
- Arrivo previsto verso le ore 19,00/19,30

QUOTA INDIVIDUALE (per il viaggio): € 20

PRENOTAZIONI: don Gian Paolo Cassano (tel.0142.809120–348.4501986 –gianpaolo@doncassano.it)

AVVISO SACRO

LA PAROLA DI PAPA FRANCESCO a cura di Gian Paolo Cassano

16 Aprile 2019

Celebrando l’Eucaristia nella Domenica delle Palme, il 14 aprile, Francesco ha esortato a seguire l’esempio di Gesù per vincere il “trionfalismo” del demonio e arrivare alla salvezza del Regno di Dio. Ha esortato a lasciarsi “coinvolgere” in tale azione “animata dallo Spirito Santo”, per ottenere quanto chiesto nella preghiera: “accompagnare con fede il nostro Salvatore nella sua via” ed “avere sempre presente il grande insegnamento della sua passione come modello di vita e di vittoria contro lo spirito del male”. Il Signore “ci mostra come affrontare i momenti difficili e le tentazioni più insidiose, custodendo nel cuore una pace che non è distacco, non è impassibilità (…), ma è abbandono fiducioso al Padre e alla sua volontà di salvezza, di vita, di misericordia”. Entrando a Gerusalemme, Gesù ci mostra “la via”, quella “dell’umiltà”, rispetto a quella del “trionfalismo” indicata dal demonio, cioè cercare “di avvicinare la meta per mezzo di scorciatoie, di falsi compromessi. (…). Il trionfalismo vive di gesti e di parole che però non sono passati attraverso il crogiolo della croce; si alimenta del confronto con gli altri giudicandoli sempre peggiori, difettosi, falliti… Una forma sottile di trionfalismo è la mondanità spirituale, che è il maggior pericolo, la tentazione più perfida che minaccia la Chiesa. Gesù ha distrutto il trionfalismo con la sua Passione.”
Gesù è “realmente” il Messia, il Re, ma “Egli sa che per giungere al vero trionfo deve fare spazio a Dio; e per fare spazio a Dio c’è un solo modo: la spogliazione, lo svuotamento di sé. Tacere, pregare, umiliarsi. Con la croce, fratelli e sorelle, non si può negoziare, o la si abbraccia o la si rifiuta. E con la sua umiliazione Gesù ha voluto aprire a noi la via della fede e precederci in essa.”
Così il Pontefice ha indicato Maria, la prima a percorrere la via della fede, “dietro di Lui”, cioè “la prima discepola”. Lei, come i Santi, ha “dovuto patire per camminare nella fede e nella volontà di Dio. Di fronte agli avvenimenti duri e dolorosi della vita, rispondere con la fede costa ‘una particolare fatica del cuore’. È la notte della fede. Ma solo da questa notte spunta l’alba della risurrezione”.
La domenica delle Palme è anche la Giornata Mondiale della gioventù vissuta a livello diocesano; per questo ai giovani ha ricordato quei “tanti santi e sante giovani, specialmente quelli ‘della porta accanto’”, che “solo Dio conosce” e che “a volte Lui ama svelarci a sorpresa”. Così li ha inviati a non vergognarsi di manifestare l’entusiasmo per Gesù “di gridare che Lui vive, che è la vostra vita. Ma nello stesso tempo non abbiate paura di seguirlo sulla via della croce. E quando sentirete che vi chiede di rinunciare a voi stessi, di spogliarvi delle vostre sicurezze, di affidarvi completamente al Padre che è nei cieli, allora, cari giovani, rallegratevi ed esultate! Siete sulla strada del Regno di Dio.” Nell’attesa che “il Signore venga e calmi la tempesta”, ha auspicato che “con la nostra silenziosa testimonianza in preghiera” troviamo la “ragione della speranza che è in noi” per vivere “nella santa tensione tra la memoria delle promesse, la realtà dell’accanimento presente nella croce e la speranza della risurrezione”. Ha quindi chiesto loro di “fare proprie” le indicazioni dell’esortazione post sinodale “Christus vivit” a loro dedicata, donando a tutti la corona del Rosario per “pregare per la pace”, in particolare in Terra Santa e Medio Oriente.

Elezioni amministrative

16 Aprile 2019

OCCIMIANO – (gpc) Si avvicina la data delle elezioni amministrative e le forze in campo stanno preparando le loro liste. C’è da notare un rimescolamento delle forze in campo e fino ad ora sono in palio due candidature a Sindaco .
Da una parte c’è il sindaco uscente Valeria Olivieri che si ricandida per un nuovo mandato, proponendo una squadra con giovani, espressione di un futuro amministrativo ed uomini e donne di esperienza, avendo come punti qualificanti la figura del sindaco e la continuità con le linee programmatiche già attuate e nuove proposte.
L’altro candidato è Stefano Zoccola, assessore al bilancio che con alcuni consiglieri e l’ingresso di persone con esperienze lavorative e di studio diverse (due ex Presidenti CCR), hanno come punti qualificanti la coerenza di una continuità rinnovata e migliorata.

valeria-olivieri.jpg
stefano-zoccola.jpg

Via crucis “a misura di ragazzo”

16 Aprile 2019

OCCIMIANO – In parrocchia ci si sta preparando verso la Pasqua con gli appuntamenti che la liturgia propone. Sabato scorso i ragazzi del catechismo hanno vissuto una via crucis “a misura di ragazzo” con le catechiste nel Parco della Casa di riposo San Camillo. Domenica la commemorazione dell’ingresso di Gesù a Gerusalemme con olivi e palme ha visto ritrovarsi nella Chiesa delle Madonna del rosario per poi muoversi verso la Chiesa parrocchiale. Il giovedì santo al Chiesa sarà aperta tutta la notte (nella Cappella dell’Immacolata) per la preghiera e venerdì sera ci sarà la tradizionale via crucis per le vie del paese, preparata dai giovani animatori dell’Oratorio, realizzata con la collaborazione della protezione civile.

via-crucis-ragazzi-1.jpg

Via crucis per l’Unità Pastorale Madonna dell’argine – san Giovanni Bosco.

16 Aprile 2019

MIRABELLO M. - Si è rinnovata domenica scorsa 14 aprile (nella domenica delle Palme) la via crucis per l’Unità Pastorale Madonna dell’argine – san Giovanni Bosco. Il tempo freddo ed umido ha consigliato di rimanere in Chiesa parrocchiale per la preghiera. I fedeli sono stati guidati dal gruppi dei giovani dell’UP che (con il coordinamento del Parroco don Emile Ollo e di don Simone Viancino) ispirandosi alla via crucis delle GMG di Panama, hanno proposto una riflessione intensa ed attualizzandola nelle situazioni della vita contemporanea, invocando, stazione per stazione, i patroni delle singole parrocchie (Borgo San Martino, Bozzole, Frassineto, Giarole, Mirabello M., Occimiano, Pomaro, Rivalba, S. Maria del Tempio, Ticineto, Valmacca, Villabella) e dell’Unità pastorale: Tutto ciò ha costituto un cammino di preparazione significativa all’inizio della Settimana Santa in vista della Pasqua.

via-crucis-1.jpg
via-crucis-2.jpg

Avvisi della Parrocchia S. Valerio Occimiano

8 Aprile 2019

PARROCCHIA S. VALERIO
OCCIMIANO
********
DOMENICA 7 aprile 2019

* S. Messe nella settimana:
• Lunedì 8 aprile: ore 18,00
• Martedì 9 aprile: ore 18,00
• Mercoledì 10 aprile: ore 18,00
• Giovedì 11 aprile: ore 18,00
• Venerdì 12 aprile: ore 18,00

* Domenica 14 aprile:
• Le Palme: Ritrovo nella Chiesa della Madonna (ore 10,45)- Benedizione degli ulivi – Processione alla Chiesa Parrocchiale – S.Messa
• Via crucis per l’UP (Mirabello M., ore 15,30)

* Venerdì 12 aprile:
• Via crucis: ore 17,00
• S. Messa: ore 18,00
• Astinenza (dal 14 anni in su)

* Confessioni pasquali:
• Mercoledì Santo: ore 16,30 -18,00
• Sabato Santo: ore 14,30 – 18,00

TELECOMANDO a cura di Gian Paolo Cassano

8 Aprile 2019

MELAVERDE (domenica, Canale 5, ore 12,00) è il programma dedicato ad agricoltura, ambiente e tradizioni è guidato dall’inossidabile coppia formata da Edoardo Raspelli ed Ellen Hidding a cui si aggiunge Vincenzo Venuto. I conduttori ci mostrano le meraviglie della nostra penisola con i tesori inimitabili fatti di tradizione e ingegno, amore e devozione per mestieri antichi e nuovi.
PASSATO E PRESENTE è il programma di approfondimento storico quotidiano prodotto da Rai Cultura, in onda ogni giorno alle 13.15 su Rai3 e alle 20.30 su Rai Storia. In ogni puntata il conduttore Paolo Mieli, un accademico di indiscussa fama e tre giovani studenti si confrontano per scomporre il passato e portarlo nel presente: una sintesi dialettica per restituire al pubblico profondità e ricchezza per ogni pagina di storia trattata dal programma. L’obiettivo è la conoscenza del passato, riletto per dare strumenti di comprensione del presente anche a un pubblico “curioso” e non necessariamente specializzato, grazie alla forza delle immagini e alla discussione che si sviluppa in studio. La puntata di sabato 13 aprile è dedicata ai servi della gleba (con il Prof. A. Barbero). Nell’Italia in cui si stanziano i Longobardi, dopo la dissoluzione dell’Impero romano, la maggior parte dei contadini non sono più schiavi: sono ex-schiavi, liberti, nel sistema longobardo detti aldii. Costoro sono uomini liberi, ma per le leggi degli imperatori romani, conservate dai re longobardi, non possono abbandonare la terra che lavorano. È quest’obbligo verso la terra che secoli dopo spingerà i giuristi del basso Medioevo a inventare la figura del “servo della gleba”, un contadino cioè che non è schiavo di un padrone, ma è legato alla terra (la “gleba”) che coltiva. Una figura giuridicamente complessa, che si colloca a metà tra lo schiavo e l’uomo libero.