Homepage - Scrivi a Don Cassano - Scrivi alla Parrocchia di San Valerio

Avvisi della Parrocchia S. Valerio Occimiano

25 Novembre 2020

PARROCCHIA S. VALERIO
OCCIMIANO
********

DOMENICA 22 novembre 2020

* S. Messe nella settimana:
• Lunedì 23 novembre: ore 18,00
• Martedì 24 novembre: ore 18,00
• Mercoledì 25 novembre: ore 18,00
• Giovedì 26 novembre: ore 18,00
• Venerdì 27 novembre: ore 15,30 (esequie def. Bruno Daniel)

* Vespri
• Lunedì 23 novembre (ore 17,45) - segue: S. Messa

* Domenica 22 novembre:
• Festa della musica (S.Cecilia)
• 32° Giornata Nazionale per il sostentamento dei sacerdoti diocesani: incaricato (in fondo alla Chiesa) per raccolta offerte deducibili
• Giornata Pro Orantibus: ricordiamo le nostre monache

* Domenica 29 novembre:
• Inizia il tempo di Avvento
• Useremo il nuovo Messale, con piccole variazioni

* Devozione delle “tre Ave Maria”
• In questa settimana offriamo la 3° Ave Maria “per i malati di coronavirus”

“LA BELLEZZA NELLA PAROLA” a cura di Gian Paolo Cassano

25 Novembre 2020

“La bellezza nella Parola” è il titolo di una trilogia in cui mons. Thimothy Verdon, forse il massimo esperto di arte cristiana in Italia, traccia un percorso per cogliere la ricchezza della Parola di Dio attraverso all’arte. Vorrei provare anch’io ad offrire uno spunto perché attraverso all’arte possiamo cogliere tutta la ricchezza e la bellezza della Parola di Dio.

“Quello che dico a voi, lo dico a tutti: vegliate !” (Mc.13,37). L’invito a vegliare, commentando il brano evangelico di Marco (che ci accompagnerà in questo nuovo anno liturgico) è colto da quello straordinario artista che è Vincent Van Gogh (1853-1890).
Egli (che non dimentichiamo, figlio di un pastore protestante, fu predicatore evangelico) “copiando” (ma profondamente reinterpretando) un’opera analoga di Jean Francois Millet (l’autore del celeberrimo Angelus) esprime il senso profondo dell’attenzione. E’ una veglia resa attraverso a due personaggi umili, semplici che sono al centro della scena, alla luce di una lampada: una scena semplice scena davanti al focolare, una casa illuminata dalla luce della lampada quasi a dargli un senso di sacralità. Come non cogliere in questo il riferimento a Cristo Luce del mondo, a quella luce che nella venuta di Gesù illumina l’universo ?
“Deve venire, (scrive don Clemente Rebora, uno di più lucidi e profondi poeti del Novecento) /verrà, se resisto/a sbocciare non visto,/verrà d’improvviso,/quando meno l’avverto./ (…) verrà a farmi certo/ del suo e mio tesoro,/ verrà come ristoro/ delle mie e sue pene,/ verrà, forse già viene/ il suo bisbiglio.”

van-gogh_la-veglia_full.jpg

Coronavirus 19 in paese

25 Novembre 2020

OCCIMIANO – (gpc) Sono 13 i casi di positività al coronavirus 19 in paese, come emerge dai dati pubblicati dall’Unità di crisi Covid della Regione Piemonte.
“L’incremento – si legge in un comunicato sulla pagina facebook del Comune – è dovuto anche alla positività, per fortuna, a volte asintomatica, di congiunti.” Da parte di tutti coloro che sono risultati positivi c’è l’osservanza del periodo dovuto di quarantena, sotto il controllo e la cura dei medici di base e del personale ASL.
E’ una situazione in continua evoluzione che “ci invita – annota ancora il sindaco – ad osservare scrupolosamente le indicazioni essenziali per limitare il contagio”.” Significa uscire di casa solo per necessità, osservare il distanziamento di almeno un metro, indossare sempre e correttamente la mascherina, igienizzare e lavare con molta frequenze le mani.
Se è utile conoscere il numero dei contagiati, è più importante “proteggere sé stessi e gli altri dal contagio e lo possiamo fare solo attenendoci alle indicazioni.
Per chi fosse in difficoltà per l’approvvigionamento dei medicinali o di generi alimentari è sempre attivo il servizio di consegna a domicilio, organizzato con la collaborazione della protezione civile. Per questo si possono contattare gli uffici comunali

Tamponi rapidi in auto

25 Novembre 2020

OCCIMIANO – (gpc) Una positiva iniziativa di collaborazione tra alcuni comuni nella lotta contro il covid. Infatti sabato prossimo 28 novembre, dalle ore 9 alle 11 sarà allestito un Punto drive in allestito in paese nella piazza Grande Torino, presso il Centro polifunzionale. Sarà quindi possibile fare dei tamponi rapidi in auto, somministrati da personale infermieristico.
Il tutto si deve alla fattiva collaborazione dei comuni di Occimiano, Conzano, Giarole, Mirabello Monferrato e Ponzano Monferrato.
E’ necessaria la prenotazione obbligatoria presso il proprio comune di residenza (presso cui si potranno avere informazioni più dettagliate) entro venerdì 27 novembre (ore 12). Il tampone (con risultato in 15 minuti) ha un costo di € 35,00 con pagamento anticipato sull’IBAN IT90G0329601601000067256180.

Avvisi della Parrocchia S. Valerio Occimiano

19 Novembre 2020

PARROCCHIA S. VALERIO
OCCIMIANO
********

DOMENICA 15 novembre 2020

* S. Messe nella settimana:
• Lunedì 16 novembre: ore 18,00
• Martedì 17 novembre: ore 10,45 (esequie def. Alfonso Cabiati); ore 15,45 (esequie def. Francesco Rogato)
• Mercoledì 18 novembre: ore 10,30 (esequie def. Franco Boccalatte)
• Giovedì 19 novembre: ore 18,30
• Venerdì 20 novembre: ore 18,00

* Lunedì 16 novembre
• Vespri (ore 17,45) - segue: S. Messa

* Domenica 15 novembre:
• Giornata mondiale dei poveri

* Indulgenza plenaria per i defunti:
• Quest’anno, per l’emergenza covid, per tutto il mese di novembre è possibile ottenere l’indulgenza per i defunti (1 volta al giorno) è concessa visitando il Cimitero, confessati e comunicati, recitando il Padre nostro e il Credo e pregando secondo le intenzioni del Papa.

* Devozione delle “tre Ave Maria”
• In questa settimana offriamo la 3° Ave Maria “per i poveri, perché siano al centro delle nostre comunità non soltanto in momenti come questo, ma sempre”.

LA CHIESA NEL MONDO Le notizie ecclesiali della settimana a cura di Gian Paolo Cassano

19 Novembre 2020

DALIT
NEW DELHI - Cattolici e protestanti in India hanno dedicato domenica 8 novembre una Giornata alla liberazione dei dalit, i “fuori casta”. L’iniziativa è promossa dalla Conferenza episcopale indiana, in collaborazione con il National Council of Churches. Ai margini della scala sociale, per il rigido sistema induista delle caste, i dalit sono spesso discriminati, anche sul lavoro. Ad oggi, essi rappresentano un sesto degli 1,3 miliardi di indiani. Cristiani e musulmani soffrono maggiormente l’emarginazione.
VANGELO DA 500 ANNI IN CILE
SANTIAGO - Nel messaggio autografo, reso noto domenica 8 novembrea durante la celebrazione eucaristica trasmessa online nella diocesi della Regione di Magellano, Francesco ha dichiarato al vescovo di Punta Arenas che l’11 novembre è una data storica non solo per la diocesi ma per tutta la Chiesa cattolica del Paese sudamericano. Nel messaggio Francesco si rivolge al vescovo Bernardo Bastres con queste parole: “è una data storica, non solo per la diocesi di Punta Arenas ma per tutta la Chiesa cattolica in Cile, poiché 500 anni fa, l’11 novembre 1520, la Divina Provvidenza volle che, sulla collina del Monte Cruz, nello stretto di Magellano, il sacerdote Pedro de Valderrama, cappellano della spedizione di Hernando de Magallanes, offrisse per la prima volta in quelle terre il sacrificio della Santa Messa.”
APPELLO LEADERS RELIGIOSI
LONDRA – In vista della prossima Conferenza internazionale sul clima (Cop-26), prevista nel novembre 2021 a Glasgow, 60 leader cristiani, ebraici musulmani, indù e sikh britannici hanno scritto una lettera congiunta al premier Boris Johnson perché il Governo prepari sin da ora un ambizioso piano nazionale per il clima contro il surriscaldamento del pianeta. “Come presidente di turno della Cop26, il compito più importante del Regno Unito è di riunire tutti i Paesi attorno ad obiettivi climatici più ambiziosi”, sottolinea la missiva firmata, per i vescovi cattolici, da mons.John Arnold, responsabile per l’ambiente della Conferenza episcopale inglese e gallese (Cbcew).
CASA BETANIA
MAZARA DEL VALLO - E’ stata inaugurata lo scorso 10 novembre una struttura che darà sostegno abitativo, e non solo, ai padri che, a causa della separazione, non hanno i mezzi di sussistenza. E’ la prima nata in diocesi col contributo di Caritas Italiana.
FRATELLI TUTTI
ROMA - Parlando nel corso di un webinar di Caritas Internationalis (per esplorare l’enciclica del Papa affinché possa diventare una realtà concreta per le comunità di tutto il mondo), il card. Luis Antonio Tagle, presidente di Caritas Internationalis, ha esortato tutti i fedeli ad approfondire la nuova enciclica di Papa Francesco per imparare ad amare concretamente, universalmente e senza pregiudizi.
IN ZAMBIA
LUSAKA - In Zambia ci sono segnali preoccupanti per la tenuta democratica del Paese che non vanno sottovalutati. È quanto ha affermato mons. George Cosmas Zumaire Lungu, vescovo di Chipata e presidente della Conferenza episcopale zambiana (ZCCB), aprendo l’11 novembre nella capitale a Lusaka un seminario di due giorni dal titolo: “Il ruolo della Chiesa per uno Zambia pacifico”. I presuli hanno timore per le tensioni sociali e politiche che attraversano il Paese, uno dei principali produttori di rame al mondo. Importanti le ripercussioni sull’economia a causa del coronavirus.
NOVEMBRE ROSSO
CANBERRA - Rosso, come il sangue di chi viene perseguitato o muore a causa della fede cristiana: è questo il colore del mese di novembre in Australia. La sezione nazionale di “Aiuto alla Chiesa che soffre”, infatti, ha deciso di dedicare, quest’anno, trenta giorni ad iniziative in favore ed in solidarietà con tutti i cristiani perseguitati nel mondo a causa del loro credo. “Il ‘Novembre rosso’ si svolge principalmente nelle scuole - si legge in una nota - ma anche le parrocchie sono invitate a partecipare”. Mercoledì 25, inoltre, Acs Australia aderirà al “Mercoledì rosso”, l’iniziativa internazionale di Acs che vede i principali edifici religiosi, civili e culturali delle città del mondo illuminarsi di rosso. Tutte le cattedrali e le parrocchie australiane, quindi, sono invitate ad accendersi di luce rossa.
INTOLLERANZA RELIGIOSA
WASHINGTON - Continua a crescere l’intolleranza religiosa nel mondo, in particolare contro cristiani e musulmani che restano i primi nella lista dei gruppi religiosi presi di mira da governi oppure perché vittime dell’ostilità sociale. È quanto emerge dall’ultimo studio pubblicato dal Pew Research Center di Washington, l’autorevole istituto di ricerca e sondaggi statunitense che fornisce informazioni su problemi sociali, opinione pubblica, andamenti demografici sugli Stati Uniti e nel mondo.
RISORGERE DAL COVID
BOGOTA’ - “Come risorgere dal Covid: contagiarci di speranza, solidarietà e fraternità” è il titolo del rapporto presentato dalla Conferenza episcopale colombiana, attraverso il Segretariato nazionale della Pastorale sociale/Caritas Colombia (SNPS/CC), e pubblicato sulla pagina web dell’Episcopato. Secondo quanto vissuto dai diversi uffici della Pastorale sociale nelle giurisdizioni ecclesiastiche, la crisi sanitaria ha messo in luce i problemi socio-economici che il Paese deve affrontare, gli ostacoli di milioni di colombiani, della popolazione migrante, dei rifugiati e dei richiedenti asilo.

Sportello bancomat

19 Novembre 2020

OCCIMIANO (gpc) – Continua il disagio per il mancato funzionamento dello sportello bancomat del Banco Popolare di Milano, messo fuori uso nell’agosto scorso da un tentativo di rapina. Nei giorni scorsi, il gruppo di minoranza in Consiglio comunale, dopo un’interrogazione presentata al sindaco e dopo il comunicato della direzione del Banco BPM relativo alla sospensione definitiva del servizio a partire dal 16 novembre, ha scritto una lettera al prefetto Iginio Olita per chiederne un intervento per il ripristino dello sportello bancomat “Dopo la chiusura della filiale risalente all’aprile 2016 – spiegano i consiglieri Stefano Zoccola, Gabriele Cia, Nicolò Pugno - riteniamo il servizio indispensabile: al prefetto abbiamo chiesto il suo autorevole intervento teso al ripristino delle funzioni del bancomat oppure un interessamento presso Poste Italiane per l’installazione di un BancoPosta.”
Disagio della popolazione per via del disservizio che meriti l’attenzione dovuta: per questo “pur comprendendo lo zelo del gruppo di minoranza, l’Amministrazione – precisa il sindaco Valeria Olivieri - nella persona della sottoscritta, si è interessata da tempo, presso le direzioni di BPM e di Poste Italiane, per ripristinare o attivare un servizio importante per gli occimianesi”.
Ci si augura che la positiva iniziativa che è arrivata al prefetto possa dare i frutti sperati con il ripristino di un servizio bancario di cui si sente la necessità.

Numero positivi al covid

19 Novembre 2020

OCCIMIANO – (gpc) Cresce il numero dei positivi al covid 19 in paese. Attualmente risultano 10 i contagiati. Intanto l’’Amministrazione, in collaborazione con altri Comuni, sta predisponendo un piano finalizzato a mettere a disposizione, a breve, la possibilità di sottoporsi a test rapido per coloro che intendessero avvalersene.
Nei prossimi giorni avverrà un incontro per coordinare modalità e tempi che verranno tempestivamente comunicati alla cittadinanza.

UN LIBRO PER TE a cura di Gian Paolo Cassano

19 Novembre 2020

IL LIBRO
DERIO OLIVIERO - ALBERTO CHIARA, Verrà la vita e avrà i suoi occhi. Da una drammatica esperienza di contagio, un formidabile sguardo sul futuro, Cinisello Balsamo (MI), San Paolo, pp. 144 (€ 12)

Un libro di straordinaria attualità, in questo tempo di covid. A scriverlo è mons. Derio Oliviero, vescovo di Pinerolo, che dialogando con il giornalista Alberto Chiara, racconta la sua esperienza unica e straordinaria di uomo giunto alle soglie della morte, il Venerdì santo e tornato alla vita, dopo un Sabato santo di agonia, la Domenica di Pasqua. Un viaggio reale e insieme simbolico alle soglie dell’esistenza. Un ritorno arricchito dall’esperienza della sofferenza e dalla consapevolezza che “nulla è impossibile a Dio” e che a noi resta da testimoniare una vita restituita. Il COVID-19 vissuto “dalla parte delle vittime” e restituito come occasione per il futuro del mondo e della Chiesa.Il titolo del libro prende spunto dalla struggente raccolta di dieci poesie, scritte da Cesare Pavese tra l’11 marzo e il 10 aprile 1950. “Oggi – scrive Oliviero - pensando a quanto ho vissuto e a quanto desidero fare, animato da un incalzante senso di restituzione, posso dire a mia volta: Verrà la vita e avrà e i suoi occhi, includendo in quello sguardo Dio, chi mi è stato accanto e quanti riuscirò a raggiungere con la mia povera voce.
Mons. Oliviero, sacerdote dal 1987, è stato ordinato vescovo l’8 ottobre 2017 per la sede vescovile di Pinerolo il 7 luglio 2017. Alberto Chiara, coetaneo del Vescovo Oliviero, dal 1987 lavora a Famiglia Cristiana, di cui oggi è caporedattore, responsabile del desk chiesa e società.
Il libro è arricchito dal una prefazione del card. Matteo Zuppi, arcivescovo di Bologna.

LA CLASSIFICA (cfr. www.rebeccalibri.it)
1. F. OCCHETTA, La vita oltre il confine, Torino, LDC, pp. 48 (€ 5) ▲
2. A.D’AVENIA, L’appello, Milno, Mondadori, pp. 348 (€ 20) ▲
3. N. GORI, Eucaristia. La mia autostrada per il Cielo. Biografia di Carlo Acutis, Cinisello Balsamo (MI), San Paolo, pp. 176 (€ 14) =
4. Carlo Acutis. Il coraggio di andare controcorrente, Camerata Picena (AN), Shalom, pp. 192 (€ 5) ▼
5. U. DE VANNA, 15 anni di amicizia con Dio, Torino, LDC, pp. 228 (€9,90) ▼

verra-la-vita.jpg

NESSUNO NE PARLA (O QUASI) news quasi sconosciute a cura di Gian Paolo Cassano

19 Novembre 2020

La crisi causata dalla pandemia ha accentuato il problema della povertà. In un Dossier (pubblicato il 9 novembre) la Caritas ha presentato un Dossier sul diritto all’abitare nel contesto europeo. Quello della Caritas è un dossier di analisi legislativa sul diritto alla casa nel continente europeo. “Pur nell’ambito di un quadro giuridico di spessore, la casa infatti resta per molti europei una meta difficile da raggiungere e da mantenere. Oltre 23 milioni di famiglie, circa il 10,4% della popolazione totale dell’Unione europea, spende più del 40% del reddito per mantenere la propria abitazione e quasi 9 milioni di famiglie vivono in alloggi inadeguati”. “C’è poi chi un tetto - affermano i promotori dell’iniziativa - non l’ha mai avuto: solo in Europa, 700 mila persone sono senza dimora e il fenomeno è aumentato del 70% in dieci anni”. In Italia oltre 1,8 milioni di famiglie sono in condizioni di povertà assoluta e chi vive in affitto ha una situazione ancora più critica. Sono circa 850.000 le famiglie povere in locazione, quasi la metà nel Mezzogiorno. “I senza dimora sono 51.000 e la loro condizione è stata aggravata dall’arrivo della pandemia per COVID-19. Ogni anno - riporta ancora il Dossier - arriva inoltre l’assalto del gelo che crea situazioni ad alto rischio per chi non ha una casa o una sistemazione al coperto”: dai clochard ai ragazzi sbandati, dagli anziani ai padri separati e magari disoccupati che non hanno più le risorse per pagarsi un’abitazione”. Oggi, l’edilizia pubblica rappresenta il 4 % del patrimonio abitativo nazionale e risponde quindi a una quota minima di popolazione, ovvero un quinto del mercato dell’affitto, una delle quote più basse d’Europa. “La morosità - mette in evidenza la Caritas - è passata da percentuali irrisorie dei primi anni Ottanta, all’attuale 90% delle ragioni delle sentenze di sfratto emesse. Le domande di edilizia pubblica inevase presso Comuni e IACP ammontano a circa 650.000; 4 milioni di giovani tra i 25 e i 39 anni risiedono ancora nelle famiglie di origine; 4 milioni i lavoratori stranieri che vivono in affitto, l’80% in coabitazione e in condizioni di sovraffollamento”.